Come far perdere la testa al capo: What Do They Know? Do They Know Things?? Let’s Find Out!

Article by · 3 luglio 2018 ·

ATTENZIONE: è fortemente consigliata la visione del film prima della lettura del seguente articolo, poiché potrebbero essere presenti spoiler. Inoltre, all’interno dell’articolo ci sono gag comprensibili solo a chi ha visto la suddetta opera.

Harper

L. Bene, oggi si parla di Come far perdere la testa al capo, un film di cui basta vedere i primi 4 minuti per capire come andrà a finire. Ora cominciamo con la protagonista, Harper …? Ma non ha un cognome? Cioè, non hanno nemmeno dato un cognome alla protagonista? Va be’… ciao Harper.

H. Ciao, sono super contenta di essere qui, è un vero piacere.

L. Bene, allora partiamo subito con le domande. Come hai fatto a non capire subito che saresti finita con Charlie?

H. Be’, all’inizio era super antipatico e non avevamo niente in comune.

L. Mmm in effetti suona proprio nuova questa cosa.

H. Sì, ma lui era impegnato e poi io ho cominciato a frequentare un altro ragazzo.

L. Davvero una cosa più unica che rara.

H. E poi ci frequentavamo solo per raggiungere i nostri scopi, non eravamo amici.

L. Stupefacente, unico, innovativo.

H. Ok, sai una cosa? Sei sempre lì a criticare, ma anche tu fai sempre le stesse domande.

L. Hai letto i miei articoli?

H. Sì. E non mi piacciono.

L. Be’ almeno io li scrivo e non mi blocco.

H. Almeno io scrivo per una vera rivista.

L. Ma hai scritto un articolo di 14 pagine! Chi leggerebbe mai un articolo di quattordici pagine sulle Olimpiadi dei vecchi? Neanche i vecchi, perché è per una rivista online!

H. Almeno sono pagata per scrivere articoli che non legge nessuno.

L. Ok questa cosa sta diventando troppo personale. Facciamo un passo indietro e riprendiamo con le domande?

H. No, no certo scusa, hai ragione.

L. Allora, com’è stato giocare a fare da Cupido?

H. Da Cyrano.

L. Sì sì, hai capito.

H. Be’ posso dire che mi sono divertita? Insomma avevo il potere sulle due persone più importanti dell’edificio. Insomma… wow!

L. Be’ ve la siete giocata bene e più facevate avvicinare loro due e più ti avvicinavi a Charlie.

H. Che devo dirti…? Questa è un’affermazione.

L. È che il vostro film non ha cose senza senso… è solo brutto.

H. Il tuo sito è brutto.

L. Bene, prossimo ospite.

Charlie Young

L. Cioè lui passa tutto il tempo a dire che è vecchio per fare l’assistente e si chiama Young di cognome? Geni! Questi sono gli sceneggiatori di Boris.

C. Che ti devo dire, ero predestinato.

L. Eh sì… wow. Senti, ma quindi tu cosa vuoi fare della tua vita? Perché questo non si è ben capito.

C. Voglio lavorare.

L. Sì fin qui ci siamo più o meno tutti, ma che lavoro?

C. Uno che mi faccia guadagnare.

L. Ok, abbiamo escluso la beneficenza, qualche dettaglio in più?

C. Cosa vuoi che ti dica?

L. Non lo so, passi tutto il tuo tempo a fare da schiavo per un lavoro che non ti piace… pensavo avessi delle ambizioni, no?

C. Mi piace Harper.

L. Sì, certo, ma ora parlavamo di lavoro…

C. Che devo dirti…? È un’affermazione questa.

L. Ma vi siete organizzati?

C. Sì, Harper mi ha detto di dirtelo.

L. Ah ecco, siete più svegli qua che non nel vostro film.

C. Che devo dirti…? È un’affermazione questa.

L. Ah, ecco che torna il mio campione.

C. Comunque noi siamo riusciti a far accoppiare quei due e poi farli separare, siamo tipo degli dei.

L. Dei Cyrano.

C. Oh che palle con ‘sti Cyrano.

L. Senti invece, perché tu volevi diventare come il tuo capo? Quello lì era da ricovero.

C. Sai, le figure di potere attraggono sempre e più sono uniche, particolari ed esuberanti, più sono invidiabili. Prendi le rockstar o gli attori, spesso ti ricordi di chi ha fatto le cose più folli. A volte ti ricordi di loro per qualcosa che non riguarda la loro professione.

L. Ma che era ‘sta risposta?

C. In che senso?

L. Eh hai risposto seriamente, dov’era la battuta?

C. Ah, ehm… perché voglio anche io avere il mio schiavo da torturare?

L. Ah, molto meglio. Ora sparisci.

Kirsten Stevens

L. Allora ecco Kirsten, il primo dei due capi malvagi.

K. Io non ero malvagia, volevo solo spronare Harper.

L. Sì, ma potevi farlo anche con più calma.

K. No. È giusto che si abitui, il mondo là fuori è così.

L. E tu potevi far sì che non lo fosse.

K. Ma così non sarebbe stata pronta.

L. Pronta per cosa? Lavora per te e non vorrà mai cambiare e tu sei sempre stata una stronza.

K. Be’, ma…

L. Il mondo del lavoro è così se continuano a esserci stronzi… un po’ come te.

K. Be’, ma alla fine ha scritto il suo articolo. Ed era buono.

L. Sì sì, ma prima ha dovuto portarti tipo ventimila caffè.

K. Sì, ma poteva comprarsi anche il suo di caffè. Pagato da me.

L. Mmm, questo non è male in effetti.

K. Eh no.

L. Cambiando argomento… ma alla fine ti sei fidanzata di nuovo con Rick o no?

K. Non lo so.

L. Come non lo sai?

K. Eh, lui era uno stronzo.

L. C’è anche da dire che tu ti facevi manovrare davvero come un burattino, eh. Lui viene da te sbronzo marcio chiedendoti delle pessime scuse e tu decidi di sposarlo. Poi prima di partire per il matrimonio ti dicono che è stronzo e perché non si ricorda le tue cose preferite lo lasci. Cioè, tu in pratica fai un po’ quello che ti dicono.

K. Ero convinta che Rick sapesse tutto di me, mi hanno mentito.

L. Ma se lo conoscevi da due mesi a dir tanto… voi siete fuori. Passiamo a Rick, va.

Rick Otis

L. Infine ecco il cattivo della situazione, Rick!

R. Ciao, stronzi.

L. Un po’ troppo cattivo.

R. Ci ho provato.

L. Non ho capito comunque perché fossi così perfido con il povero Charlie.

R. Perché il mondo del lavoro è duro e io dovevo fargli capire che…

L. No, no, non rubare le risposte degli altri, eri stronzo pure con la tua ex e tuo figlio.

R. Cosa vuoi che ti dica?

L. Non lo so, vivi bene con te stesso?

R. Vivo sempre con me stesso… ho allontanato tutti con il mio carattere.

L. Eh lo credo, ma poi perché?

R. Perché sono intollerante al lattosio.

L. Cos-? Ma questo cosa c’entra? E poi non c’era nel film!

R. Non lo so, nessuno ha scritto la mia backstory e quindi devo improvvisare.

L. Mio Dio… chiudiamola qui, ci vediamo ad agosto.

Sono il direttore del sito e mi occupo anche del profilo Facebook di WSS?. Quando Mr. Z me lo concede posso uscire dalla mia stanzetta, ma è molto raro.