Light as a Feather: piccoli brividi al femminile

Article by · 18 ottobre 2018 ·

Light as a Feather è una nuova serie Hulu horror su un gruppo di ragazzine che frequentano cimiteri ad Halloween e che viene a contatto con una morte violenta.

Trucchetti

Light as a Feather si basa sul popolare gioco americano da fare durante i party, dove una ragazza viene dichiarata morta. Dopo la dichiarazione, il corpo inizia a levitare “come una piuma”, come si evince dal titolo della serie.

La serie gira intorno a McKenna Brady (Liana Liberato), una ragazza che ha perduto la gemella tre anni prima e che non riesce a scrollarsi di dosso la morte della sorella in alcun modo. Durante un party di Halloween nel cimitero, la ragazza e le sue amiche iniziano a giocare a light as a feather per passare il tempo. Una di loro svela come la ragazza che sta eseguendo il gioco morirà, lasciando le presenti attonite e un po’ scettiche. Quando però una di loro muore, come previsto, le ragazze iniziano a essere terrorizzate dagli avvenimenti che si susseguono. Come se fossero maledette o avessero scoperchiato un vaso che andava lasciato stare.

Una serie di Halloween?

La serie è impostata come un classico teen drama ma a tinte horror. Forse è questa la sua forza; introducendoci nella vita delle ragazze in questo modo, la serie finisce per incuriosire e sbalordire il pubblico quando cominciano gli omicidi a danno delle ragazze. E vista l’ambientazione di Halloween, la serie si presta benissimo per quelle serate uggiose piene di pioggia che sono tipiche di ottobre. Tra una punizione e un bacio, le ragazze si ritrovano a fronteggiare un nemico comune, che cerca di ucciderle in qualunque modo sia in suo potere. In particolare McKenna, ancora traumatizzata dalla perdita della sorella, è quella che più di tutte accusa il colpo e cerca di reagire come meglio crede. Ma il tempo stringe e le ragazze dovranno davvero mettercela tutta per arrivare vive alla fine della serie. Somiglia vagamente a Pretty Little Liars ma senza l’idiozia che caratterizza la serie sopracitata. La figura di Violet, che fa da angelo della morte, è veramente intrigante e rende la storia più appetibile per coloro che la guardano.

La morte di alcune di loro, inoltre, rende la storia più interessante da guardare, proprio perché si vuole scoprire perché e come sono morte. McKenna porta sulle spalle tutti i problemi della protagonista e cerca di fare quanto di possibile in suo potere per allontanare da sé la morte delle amiche e della sorella.

Quindi tutti colpevoli o no?

Giocare a light as a feather ha scatenato le morti che si dipanano per le altre puntate, come stappando una bottiglia di spumante e spargendone il contenuto in giro. Nel mentre che il liquido si dipana, le ragazze indagano su perché e come le altre moriranno, dando così allo spettatore ulteriori motivi per guardare la serie. Le ragazze cercando in tutti i modi di capire perché sia andata così e fanno di tutto per scoprirlo, anche mettendo a repentaglio la loro stessa vita. Se cercavate una serie televisiva da vedere in concomitanza con Halloween, beh, questa sembra essere perfetta per lo scopo. E le puntate durano soltanto una ventina di minuti ciascuna, perfette se non si vuole passare molto tempo seduti.

Ho poca pazienza e leggo troppi libri; sono fedele solo a Mr. Z.
La mia rubrica “I Dis-adattati!” è nata per guidare tutti coloro che vogliono vedere serie tv tratte dai libri senza brutte sorprese.