Mamma mia! – Ci risiamo: il ritorno del binomio Meryl Streep/ABBA

Article by · 11 settembre 2018 ·

Mamma mia! – Ci risiamo è il sequel/prequel del fortunatissimo Mamma mia! di Phyllida Lloyd. Il sequel, diretto da Ol Parker, è basato su canzoni degli ABBA, che letteralmente muovono le fila della trama.  

Here we go again

Piccolo riassunto delle vicende di Mamma mia!, che male non fa. Sophie (Amanda Seyfried), giovane promessa sposa, invita al suo matrimonio i tre uomini che hanno avuto una relazione con la madre, Donna (Meryl Streep), nello stesso periodo di tempo. Tra incredulità e balli, Sophie decide di non voler sapere quale dei tre è il suo vero padre; Donna, nel mentre, decide di riallacciare i rapporti con uno dei tre, Sam, perché la loro storia non è davvero mai finita. Ah, e Sophie decide di non sposarsi con il promesso Sky perché comprendono che sono ancora giovani e preferiscono viaggiare.

~~~

Sono passati cinque anni dalle vicende di Mamma mia!: Sophie è di nuovo sull’isola e sta preparando la grande riapertura dell’hotel “Bella Donna”. Se dai primi minuti si percepisce la mancanza di Donna ma si pensa che farà presto la sua prima apparizione, la verità verrà presto fuori e non sarà piacevole, per gli amanti del primo film. La fantastica Donna, infatti, è misteriosamente venuta a mancare un anno prima.

Inoltre, la relazione tra Sophie e Sky sta vivendo un periodo di instabilità, infrangendo tutti i cuori che avevano sospirato per la coppia dal 2008. Al fianco della giovane ci sono ovviamente le amiche storiche della madre, Tanya e Rosie, pronte a sostenerla nella riapertura e fare in modo che la tristezza non l’abbia vinta in un giorno di festa – Che fine hanno fatto le due migliori amiche di Sophie, Ali e Lisa? Il budget era terminato per la presenza della fantastica Cher, che qui è la madre di Donna?

Il film può anche essere considerato un prequel perché assistiamo in prima persona ai fatti descritti nel diario di Donna del 1979. Dopo il diploma, decide di lasciare gli USA alla ricerca di se stessa nella piccola isola di Kalokairi, in Grecia. Ed è durante il viaggio e sulla isola che conosce i tre futuri padri di Sophie: Harry (Hugh Skinner), Bill (Josh Dylan) e Sam (Jeremy_Irvine).

Generazioni a confronto

Le attrici scelte per ricoprire i ruoli di Donna, Tanya e Rosie da giovani (Lily James, Jessica Keenan Wynn e Alexa Davies) sono state scelte con cura e le loro performance sono davvero apprezzabili. Ad esempio, la giovane Tanya riesce a creare l’illusione di essere lo stesso iconico personaggio, ma più giovane. Il fatto che un taglio di capelli sia per sempre è assolutamente opinabile, ma pensiamo sia una scelta dettata dal non volere confondere gli spettatori in nessun modo.

Così come i tagli di capelli sono per sempre, lo è il binomio  esistente tra le canzoni degli ABBA e trama di Mamma mia!, forse andando anche un po’ oltre il limite. Se, infatti, per il 95% del film le canzoni erano coerenti con la trama e i protagonisti, durante gli ultimi minuti si esagera: arrivano, infatti, a chiamare un personaggio “Fernando” solo per poter cantare, appunto, Fernando, e dare una importanza leggermente maggiore al personaggio di Andy García.

Inoltre, il personaggio di Cher è pressoché inutile, per quanto visivamente meraviglioso, e fa pensare che stiano preparando un terzo capitolo.

Home is where your mom is

Dopo dieci anni dal primo film, l’amore tra madre e figlia è ancora qui. Più forte che mai e non interrompe (né dà una sterzata insensata) il sentimento che fa da base e che ha reso famoso Mamma mia!.


Sono diversi i momenti profondamente dolci e commoventi, così come sono diversi i sentimenti che vengono espressi dalle canzoni e dalla trama. Si passa dal vuoto lasciato nel cuore della figlia e del marito, alla consapevolezza che essere genitori non vuol dire possedere i propri pargoli, ma amarli e supportarli nella loro vita.

Mamma mia! – Ci risiamo torna dopo dieci anni con tutta l’energia e la gioia che ci si aspetta. Recuperate la sua visione se volete emozionarvi e passare quasi due ore tra paesaggi mozzafiato.

Tra mille candidati, Mr. Z ha scelto me come sua editor ufficiale. Non potrei esserne più contenta.