The Outpost: una nuova serie fantasy

Article by · 12 Lug 2018 ·

The Outpost, la nuova serie fantasy targata CW, vede una ragazza alle prese con una vendetta personale.

Un fantasy classico

Tallon (Jessica Green) è l’ultima rimasta del suo villaggio. Per vivere fa la barista e cerca di ritrovare gli assassini della sua famiglia, spariti durante un agguato al suo villaggio natale. Arrivata per caso in una fortezza, la ragazza farà finalmente i conti con coloro che cercava da sempre.

Parte in quarta la serie televisiva targata CW che vede come protagonista una ragazza alla disperata ricerca degli assassini della sua famiglia. La puntata si snoda tra passato e presente, rendendo lo spettatore consapevole di tutta la vita di Tallon e di cosa ha fatto finora per vivere, rimasta completamente sola dopo l’assedio del suo villaggio. Il personaggio di Tallon è una ragazza prorompente, che non si lascia dominare da nessuno e che cerca di fare del suo meglio per ottenere ciò che più desidera, la vendetta.

Lo spirito di vendetta la guida nel suo viaggio, spingendola fino ai confini remoti del suo mondo. Un personaggio femminile forte,  non la solita ragazzina da salvare o da affiancare a un uomo che la protegga. La ragazza, infatti, viaggia da sola e sa destreggiarsi con ogni tipo di armi durante i combattimenti che avvengono nell’episodio.

Tallon contro tutti

Tallon non si fida di nessuno, neanche del capitano dell’avamposto che la salva da un attacco di briganti. Resta sempre sulle sue e cerca di mantenere il sangue freddo, velando quella tristezza che le traspare dagli occhi per tutti coloro che ha perso durante quella maledetta notte.

La serie è scritta dagli autori di Stargate e debutta su CW proprio perché una delle più importanti piattaforme fantasy in America. Certo, ci sono elementi fantasy classici, come le orecchie strane o un linguaggio “non standard”, ma la salute dell’episodio pilota è altissima, e ci permette di vedere una serie tv basata su una solida base fantasy che non cambierà il mondo, ma si rimane comunque piacevolmente divertiti in quei 42 minuti di intrattenimento che la serie ci va a proporre…

I personaggi sono ben delineati e, come già detto, è impossibile non provare simpatia per Tallon sin da subito, dall’inizio in medias res che, piano piano, dipana il resto degli avvenimenti e ci rende partecipi di ciò che è successo nella vita della ragazza fino a quel momento. Ci sono più livelli narrativi ma ciò non è un problema per la comprensione della serie.

Potere femminile

Tallon è padrona del suo destino e non si fa scrupoli per ottenere ciò che vuole. La controparte maschile risulta quindi in netta minoranza di fronte a una ragazza così sfrontata eppure ferita nell’animo, come abbiamo già detto sola al mondo rispetto al suo villaggio. Anche le battute che si scambiano durante questo scontro uomo/donna rilancia il potere che la ragazza ha sulla sua vita. E quando si trova in modalità “donzella da salvare”, anche lì lei non demorde e non abbassa mai la guardia. Va avanti per la sua strada in ogni caso e risponde sempre per le rime a coloro che osano incrociare la sua strada.

La serie quindi è promossa e consigliamo di recuperarla quanto prima, magari aspettando che escano le altre puntate per avere una visione d’insieme più ampia. 

Ho poca pazienza e leggo troppi libri; sono fedele solo a Mr. Z.
La mia rubrica “I Dis-adattati!” è nata per guidare tutti coloro che vogliono vedere serie tv tratte dai libri senza brutte sorprese.