Wonder Woman: L’amazzone dello scandalo

Article by · 2 Giugno 2017 ·

Uscito ieri, primo Giugno, Wonder Woman è il primo dedicato a una supereroina dall’inizio dell’era dei supereroi, incentrato sulla storia di Diana Prince, principessa delle amazzoni creata dalla DC. Ma non ha fatto parlare di sé solo per questo ultimamente.

Notizia recente è che il Libano abbia vietato la distribuzione del film, tanto per cominciare. Il problema pare sia la presenza di Gal Gadot nel ruolo di protagonista. L’attrice ed ex modella è israeliana ed ex soldatessa dell’esercito d’Israele. I due paesi non hanno rapporti diplomatici e il Libano segue una politica di boicottaggio verso i prodotti israeliani. In passato si era anche tanto di impedire la riproduzione di Batman V Superman, film in cui Gal compare per la prima volta nei panni di Wonder Woman.

Spostandosi negli USA invece la ragione della polemica è la scelta di un cinema di Austin, Texas, parte di una catena di cinema più grandi, di dedicare una sala per una proiezione del film riservata a sole donne. Il cinema in questione è l’Alamo Ritz e ha annunciato, giorni fa, di aver deciso di fare una proiezione speciale per solamente coloro che si identificano come donne. L’idea ha avuto talmente successo che, dopo aver venduto tutto i biglietti, il cinema ha deciso di fare una seconda proiezione speciale.

Si tratta di due spettacoli dove la sala sarà riservata a sole donne, con anche solo staff femminile, con la sala di fianco che avrà, ovviamente, Wonder Woman visibile a tutti i paganti biglietto, indipendentemente dal sesso. Parte degli introiti di questo spettacolo speciale andranno alla Planned Parenthood, associazione non a scopo di luco e non è la prima che questa catena di cinema (Drafthouse) ha deciso di fare programmazioni speciali (come una dedicata ai veterani per esempio). Eppure, neanche a dirlo in molti (uomini) sono rimasti sconvolti dalla cosa, con vari commenti del tipo “Spero che qualcuno faccia causa per questa discriminazione basata sul genere” o proponendo spettacoli dedicati a soli uomini.

La Drafthouse, compagnia padrona del cinema, ha detto che chiunque voglia prenotare una sala e organizzare qualcosa per soli uomini è libero di farlo. E ha aggiunto che, visto il successo dell’idea, porteranno avanti l’evento anche in altri cinema. Ovviamente non si può fare di tutte l’erba un fascio, molti uomini hanno apprezzato l’idea e non l’hanno, per fortuna, considerata un problema. 

Considerato che si tratta di un film appena arrivato sta già facendo parlare un sacco di sé. Non male.

 

 


    Leave a comment